L'alimentazione personalizzata, tramite studio di DNA ed RNA, muove i primi passi sul mercato delle acquisizioni.

February 15, 2019

Nel 2050 la popolazione mondiale si avvicinerà ai 10 miliardi di persone e quello di assicurare a tutti di potersi nutrire in modo adeguato é un tema di interesse prioritario e va a braccetto con quello della sostenibilità.

Il termine adeguato assume però connotazioni diverse a seconda dei soggetti considerati.

Accanto al generico "dobbiamo avere accesso a cibo sicuro, nutriente e di buona qualità in modo continuativo" esiste anche " dobbiamo avere la possibilità di assumere nutrienti che siano specifici per le nostre esigenze, tarati esattamente sulla nostra persona".

La prima accezione coinvolge chiaramente la totalità del genere umano, la seconda é legata ad una fascia di popolazione che sta crescendo, proporzionalmente alla crescita del benessere e all'attenzione per i comportamenti salutistici.

Proprio a questa seconda categoria é rivolta l'attenzione di numerose società, che operano nel campo alimentare o biotecnologico, al fine di soddisfarne le esigenze ed accaparrarsi la fetta di mercato relativa.

Una notizia relativa a questo contesto é di pochi giorni fa,  la società californiana Viome ha concluso con Campbell, molto nota per le sue zuppe ( i cui barattoli sono stati immortalati da Andy Warhol in alcune sue tele), l'accordo di acquisizione di Habit.

La Viome Inc. é una società di Cupertino, attiva nel campo delle biotecnologie, specializzata nello sviluppo di un   kit  "fai da te" per l'analisi del microbioma intestinale.  La tecnologia applicata é in grado di identificare specie e ceppi di tutti i tipi di organismi (batteri, virus,funghi, lieviti, parassiti...) presenti nell'intestino. Tramite  sequenziamento di tutto l'RNA  contenuto nel campione, calcolano quanto sono attivi e se producono tossine o nutrienti da quello che viene ingerito. I dati vengono  aggregati a tutti gli altri ricevuti e conservati nei database della società e vengono elaborati,  al fine di produrre una dieta personalizzata.

Habit é una società di proprietà della Campbell, anch'essa ha sviluppato un software ed un kit per elaborare un piano nutrizionale personalizzato, che si basa però sulla raccolta di campioni di DNA e di sangue.

L'acquisizione della Habit permetterà alla società di Cupertino di  offrire un approccio più completo alla salute umana, per la parte che relativa alla nutrizione,  e di  espandere il suo core business.

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Please reload