Intervista a Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare

Ci parli un po’ di lei, del suo percorso professionale

 

Non sono figlio di imprenditori,  sono un ex calciatore professionista che, “quando il pallone si è sgonfiato”,  ha finito gli studi lavorando. Avevo un sogno nel cassetto: quello di prendere l’ascensore sociale. Ero spinto dal mio passato, dal fatto di aver visto i miei genitori soffrire troppo per la miseria e da agente di commercio sono arrivato ad essere un imprenditore, sebbene non senza difficoltà. Nell’85, quando sono arrivato, ad esempio, l’azienda era in grave crisi ed è stata risollevata da me e dai miei collaboratori,  perché i miei soci vivono una realtà diversa, La Furla, una grande azienda internazionale.

La considerazione che ho del mestiere che faccio è altissima: fare il mugnaio è un’attività meravigliosa e la passione per questo lavoro mi ha permesso di arrivare fino a qui. Forse non avrò la visione di altri imprenditori, ma la mia forza è che sono consapevole dei miei limiti e ............(se vorrai leggere il seguito di questa e  delle altre interviste, potrai trovarle prossimamente nel mio libro)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Please reload